Dall’immobilità alla ripartenza

di Barbara Gubinelli Immobilità e ripetizione. C’è una dimensione temporale della vita psichica  caratterizzata “dall’immobilità”[1], dall’inerzia. La si scorge ogni volta che, nell’esperienza di un soggetto, qualcosa si ripete, uguale a se stesso, imbrigliandolo in eventi, comportamenti, accadimenti che mantengono la caratteristica della fissità. Possono essere pensieri o azioni che…

Continua la lettura

Memoria e cura: propedeutica per “nuovi orizzonti”

di Costanza Ceccarelli (Respice post te. Hominem te memento, Tertulliano,  Apologeticum, XXXIII, 4) Tra le molte parole che potrebbero accompagnare il nostro tempo presente, dovremmo considerare il termine “memoria”. Memoria dell’incursione spaesante e paralizzante del veleno (dal latino vīrus, “veleno”), del parassita obbligato, in quanto può vivere e riprodursi solo…

Continua la lettura

Fede e illusione

di Eva Passeri Il progresso, pur essendo una spinta propulsiva verso il cambiamento, non è sempre sinonimo di perfezionamento. A volte dietro a brillanti e sfarzosi grattacieli si nasconono delle stanze vuote e sterili, dentro alle quali non ci sono persone ma soltanto ingranaggi di un enorme macchinario, spettatori assenti…

Continua la lettura